LineaTempo Nuova Serie

Numero 17 (marzo 2019) - Parabola di un'utopia ('68-'78)

Il ’68 non è stato un evento di breve durata e limitato spessore.
All’ombra lunga del 68 occidentale si è consumata una grande rivoluzione culturale, che ha rinnovato più la dimensione socioculturale e dei diritti che quella politica.
A tutto ciò è dedicato il numero 17 di Lineatempo intitolato 68/78 Parabola di un'utopia, che sviluppa l’esame critico di alcuni di questi aspetti di “lungo periodo”, compresa l’analisi del nesso tra ideologia e terrorismo.

I principali contributi sono:
La rivoluzione del 68: l'utopia non colma il desiderio di Andrea Caspani
Il lungo 68 visto da Praga di Sante Maletta
Gli anni Settanta e la liberazione della donna di Giuseppe Emmolo
Dall'ideologia al terrorismo: il caso italiano di Vanissa Pellicciaro e Silvana Rapposelli
Il teatro illumina la storia di Maria Cagol di Clorinda Fischetti
Se una notte d'inverno un viaggiatore: la tensione esistenziale di Calvino al di là dell'ideologia di Giampaolo Pignatari
"Mi rivolto, quindi siamo": la musica nell'epoca della contestazione giovanile. Dal 1969 al 1978 di Pietro Toffoletto

Segnaliamo inoltre nella sezione Segmenti il commento critico della poesia di Luzi sull’omicidio di Moro (Carenzi), un’originale esperienza di didattica della storia nella scuola secondaria di primo grado (Grittini) e la presentazione del percorso della democrazia messicana fino alle ultime elezioni presidenziali (Sesia).

Leggi il numero su Il Sussidiario