Primo Piano



Segantini, Ritorno dal bosco, 1980

Giulia Sponza



Di ritorno dal bosco è il titolo di questo dipinto che porta la data del 1890.

Siamo proprio negli anni in cui Segantini si avvicina alla tecnica divisionista, quella che caratterizzerà in seguito, gran parte della sua produzione.

Lo scenario non è più quello dolce e un po' malinconico della Brianza lombarda; a prevalere è piuttosto il regale silenzio delle Alpi Svizzere che disegnano nitide il loro profilo sotto un cielo di madreperla. Riverbera la neve strani bagliori destinati ad illuminare di suggestivi cromatismi, la massiccia scabrosità delle montagne che incombono maestose all'orizzonte.

Sembra proprio che qui, sia la tecnica divisionista a mettere in risalto il singolare gioco di colori appena accennati e tuttavia ben individuabili negli innumerevoli segmenti pazientemente costruiti. Il fitto rincorrersi di questi tratti, muove ed accende la drammatica imponenza dei rilievi le cui forme paiono rincorrersi in una misteriosa girandola di luci crepuscolari.

Si staglia, in primo piano, la sagoma scura della donna mentre traina la slitta con il pesante carico di grossi ceppi e tronchi ritorti. Eretta nella postura si protende, questa nobile montanara, verso la meta che in parte ancora si cela dietro il declivio nevoso della montagna. Neppure il freddo, secco e pungente, riesce a piegarla mentre, indomita, percorre il sentiero già solcato, prima di lei, da altri viandanti diretti essi pure alla località più vicina.

A rompere il sovrano silenzio della montagna, soltanto il ritmo cadenzato dei passi, insieme alla slitta che cigola lamentosa incrinando, con il suo incedere lento, la crosta gelata lungo il terreno accidentato.

Rinfranca l’animo il baluginio di qualche luce lontana restituendo energia alle membra affaticate che già assaporano, dopo il duro lavoro, il calore domestico di una dimora accogliente.

Svetta solitario sopra le case assiepate, il campanile, custode discreto e ricovero certo all’affanno dei cuori.




(Primo Piano - 06.12.2020)